Antonio Benedetto Barrella - Pittore scenografo e decoratore

Sede in Località Renti, 20
06010 Città di Castello (PG)
Telefono: 333.8102131 -328.1885180

antonio.barrella@libero.it

 

LA CRITICA

MOSTRA DI CITTA' DELLA PIEVE

E' stata presentata negli accoglienti locali di Villa Belvedere, a Città della Pieve, la mostra delle opere del pittore Antonio Barrella che, dopo il clamoroso successo di critica e di pubblico registrato a Padova , propone la propria espressività ai numerosi esperti e visitatori, che , nel nutrito programma dell'estate pievese, non hanno mancato l'occasione per apprezzare quelle che vengono definite "le composizioni cromatiche e le sinfonie di colori" del giovane artista.
Barrella, nelle sue opere, non rinuncia mai a lasciar trasparire le proprie sicure inclinazioni pittoriche, frutto anche di ricerca tesa al continuo miglioramento della tecnica espressiva.
A caratterizzare la narrazione di Barrella è fondamentalmente un messaggio spirituale, un richiamo pressante al mistero cosmico, che è poi anche il mistero stesso della vita.
Dai delicatissimi olii su tela emerge un messaggio filosofico in continua evoluzione ma sempre ispirato all'affascinante esistenza umana. Nell'ideale viaggio a Eldorado di Antonio Barrella può essere letto anche un messaggio di pace.
Questi "racconti cosmici" non sono frutto di un capriccio dell'artista ma vogliono offrire all'umanità quel messaggio di amore e di pace a cui tutti gli individui idelamente tendono. Arte come atto d'amore, quindi, in contrapposizione alla caduta morale del mondo di oggi, sempre più spesso refrattario nei confronti della riscoperta e della valorizzazione dei sentimenti. Figure delicatissime, bianchi cavalli a trainare carrozze lungo strade immaginarie: tutto insieme a delineare paesaggi cosmici, quasi "ultraterrestri", a riconferma della volontà di prendere, di calamitare, non solo l'attenzione, ma anche la fantasia dell'osservatore che finisce per farsi trascinare lungo questi percorsi pieni di speranza.
Richiami frequenti nei quadri di Barrella vengono fatti anche a Mozart dalla cui musica il pittore dice di trovare una fonte inesauribile di ispirazione.


<< Torna alla pagina precedente

La storia
La critica
La galleria